Poco prima del College lessi il piccolo classico di Mortimer Adler: “How to Read a Book” (“Come leggere un libro”). Potrebbe sembra un titolo strano; dopotutto, come può una persona leggere un libro se non sa già leggere? E se la persona sa leggere, allora perché dovrebbe leggere un tale libro?

“Come leggere un libro” ha, invece, mostrato di essere uno dei libri più importanti che io abbia mai letto. Adler mi ha subito convinto che dopotutto io non sapevo in realtà leggere un libro, almeno non lo sapevo leggere davvero; non sapevo porre le domande giuste mentre leggevo, non sapevo come analizzare le maggiori argomentazioni del libro, né come segnare gli scritti per un eventuale uso susseguente

Sospetto che molta gente non sa neppure come ascoltare un sermone, lo dico non come predicatore, principalmente come ascoltatore. Durante i trascorsi trentacinque anni devo aver sentito più di tremila sermoni. Dal momento che ho partecipato all’adorazione in chiese dove veniva insegnata la Bibbia per tutta la mia vita, la maggior parte di quei sermoni mi avranno fatto del bene, eppure mi domando quanti di quei sermoni mi hanno aiutato quanto avrebbero potuto. Francamente credo che troppi sermoni sono giunti e passati tra le mie orecchie senza essere registrati nel mio cervello o raggiungere il mio cuore.

Qual è, dunque, il modo giusto per ascoltare un sermone? Con un animo che è predisposto, una mente lucida, una Bibbia aperta, un cuore recettivo ed una vita che è pronta a saltare all’azione.

La prima cosa è che l’animo sia predisposto. La maggior parte di quelli che frequentano chiese prendono per scontato che il sermone cominci quando il pastore apre la bocca la domenica, ma, l’ascolto di un sermone in realtà comincia la settimana prima, comincia quando preghiamo per il ministro, chiedendo a Dio di benedire il tempo che egli trascorre nello studiare la Bibbia mentre si prepara a predicare. Per dare una mano al predicatore, inoltre, le nostre preghiere aiutano a creare in noi un senso di aspettativa per il ministero della Parola di Dio, e questa è una delle ragioni per cui, quando si tratta di predicare, le congregazioni in genere ricevono quello per cui hanno pregato.

Derek Thomas

Testo pubblicato originariamente sul sito reformation21. Riprodotto qui con autorizzazione da parte dell’ Alliance of Confessing Evangelical.

RSS
Follow by Email